Il sambuco, un ingrediente tutto da scoprire | Sambucol

Il sambuco, un ingrediente tutto da scoprire

La pianta del sambuco è famosa anche in cucina. Le sue bacche e i suoi fiori infatti trovano spazio in numerose ricette. Una bella notizia, soprattutto per i più golosi: dalla marmellata alle frittelle, c’è proprio l’imbarazzo della scelta.

Prima di avventurarsi tra pentole e fornelli, però, ricordatevi di prestare attenzione a non scambiare la pianta di sambuco nero con il Sambucus ebulus, specie notoriamente velenosa.

CON LE BACCHE DI SAMBUCO NERO UNA DELIZIOSA MARMELLATA
Le bacche mature fanno capolino tra agosto e metà settembre. Una volta raccolte e ben lavate (ricordatevi di levare il gambo) riponetele in una pentola dal fondo spesso, premendole con un mestolo. Lasciate cuocere, a fuoco basso, per 30 minuti assieme a del succo di limone. Passate in seguito la marmellata con un passaverdure e riponetela nuovamente sul fuoco, dopo aver aggiunto 250 grammi di zucchero per 500 grammi di bacche. Accertatevi che raggiunga la giusta densità e infine riponete la marmellata in vasetti precedentemente sterilizzati. Dopo averli lasciati raffreddare capovolti, ricoperti da un canovaccio, conservateli al buio e al fresco.

Nota bene: non esagerate con la quantità, le bacche hanno proprietà lassative.

FIORI DI SAMBUCO, UNO SCIROPPO DISSETANTE
Quando la temperatura si fa rovente, ci viene in soccorso lo sciroppo ai fiori di sambuco: una bevanda rinfrescante e frizzantina.

Prendete un vaso dalla chiusura ermetica e riponetevi i fiori per lasciarli riposare una settimana aggiungendo 1 L di acqua distillata e 100 grammi di zucchero. Durante i 7 giorni ricordatevi di agitare il vaso. Filtrate il liquido e, dopo averlo riposto in una bottiglia con chiusura sempre ermetica, tenetelo a riposare per 30 giorni. Un consiglio: servite la bevanda dopo averla raffreddata.

E FRITTELLE GUSTOSISSIME
Passate i fiori in una pastella fatta di acqua, uovo e farina. Per chi preferisce evitare l’uovo, si può benissimo aggiungere qualche cucchiaio di latte. Dopo aver riscaldato dell’olio per friggere in una padella apposita, immergete i fiori avvolti nella pastella. Recuperatele una volta che sono diventate dorate.

Per rendere il tutto ancora più delizioso, aggiungete zucchero a volontà.

Torna su

Questo sito utilizza i cookies per garantire la miglior navigazione possibile. Se continui ad utilizzare il sito o clicchi "Accetto" acconsenti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni