Back to school, ripassiamo assieme… il sistema immunitario!

Back to school, ripassiamo assieme… il sistema immunitario!

Per i più piccoli non manca molto al rientro tra i banchi di scuola: è il momento del back to school, in cui dopo le vacanze estive si torna a studiare insieme ai compagni di classe, pronti ad affrontare il nuovo anno scolastico pieni di energie. In un periodo come quello attuale, in cui la tematica della salute è ancora protagonista, quale migliore occasione per ricominciare l’anno facendo un ripasso… del sistema immunitario!  Conoscete il suo funzionamento? Gli elementi che lo compongono? Ecco le risposte alle domande essenziali per conoscere il più grande alleato della nostra salute e cominciare l’anno scolastico con il piede giusto.

Che cos’è il sistema immunitario? Da quali minacce ci difende?

Il sistema immunitario è un insieme di strutture ed elementi distribuiti in tutto l’organismo, ognuno con funzioni specifiche, che agisce da rete di sorveglianza per riconoscere ed eliminare gli agenti estranei (batteri, virus, parassiti, funghi) che possono penetrare nel nostro corpo. Oltre a difenderci dall’aggressione di questi microrganismi cosiddetti “patogeni” (in grado, ovvero, di provocare malattie), il sistema immunitario è attivo anche nel rimuovere cellule e tessuti danneggiati o anomali (per esempio le cellule tumorali).

Quali elementi partecipano ai meccanismi di difesa?

Il sistema immunitario è costituito da una complessa rete di organi, cellule e “mediatori chimici”. Il midollo osseo e in secondo luogo il timo sono gli organi in cui si sviluppano e maturano i leucociti, meglio conosciuti come “globuli bianchi”: si tratta delle cellule protagoniste della risposta immunitaria, presenti nel sangue, nel sistema linfatico e nei tessuti, di cui fanno parte i linfociti, i globuli bianchi che coordinano l’intero meccanismo di difesa. Le citochine, infine, sono piccole molecole che scambiano segnali chimici agendo da indispensabili “messaggeri” per regolare, stimolando o inibendo, l’attività delle cellule immunitarie.

Come avviene la risposta immunitaria?

Nel caso in cui le prime linee di difesa tra cui la pelle, il sebo e il pH gastrico non riescano a contenere l’invasione dei microganismi patogeni si attivano allora i meccanismi di difesa immunitaria, i quali possono essere di due tipi: innata o acquisita. Come suggerisce il nome, la risposta innata è presente sin dalla nascita ed è in grado di innescare una reazione tempestiva da parte di alcuni globuli bianchi, seppur aspecifica (viene attaccato qualsiasi patogeno in modo indiscriminato). Quando le difese innate non sono sufficienti si attivano i meccanismi di risposta acquisita, maturati durante la crescita dell’individuo attraverso il contatto con gli agenti estranei: in questo caso la risposta è mirata e selettiva grazie all’intervento dei linfociti B, a partire dai quali sono prodotte proteine di fondamentale importanza di cui avrete già sentito parlare… gli anticorpi! È grazie a loro che vengono riconosciuti e attaccati in modo specifico gli agenti invasori! Anche i linfociti T prodotti nel timo possono intervenire, interagendo direttamente o indirettamente con le cellule infettate o alterate.

 In che modo possiamo contribuire al funzionamento del sistema immunitario?

Alcune semplici abitudini posso aiutarci a contribuire alle difese del nostro organismo:

  • seguire un’alimentazione equilibrata ricca di vitamine e sali minerali, curando in particolare l’apporto di verdure di stagione e frutta fresca;
  • svolgere una moderata ma regolare attività fisica;
  • instaurare un regolare ritmo sonno-veglia e garantire una buona qualità del sonno;
  • limitare lo stress psico-fisico evitando specialmente condizioni di stress cronico.
Torna su

Questo sito utilizza i cookies per garantire la miglior navigazione possibile. Se continui ad utilizzare il sito o clicchi "Accetto" acconsenti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni